Fasi Terapeutiche Diogene

LE 4 FASI DEL PERCORSO DIOGENE

01La presa in carico della persona.
Le richieste di presa in carico giungono solitamente attraverso :
• IL PAD
• GLI SPORTELLI NELLE SCUOLE
• DIRETTAMENTE DALLA FAMIGLIA
• DIRETTAMENTE DALL’UTENTE
• DAL COUNSELING
• DAL SERVIZIO TERRITORIALE
• DAL GRUPPO MOTIVAZIONALE

In questa fase è fondamentale che la persona o la famiglia ricevano accoglienza e ascolto; è in questo contesto che si crea un eventuale ingaggio preliminare con l’utente.
Infatti, è compito degli educatori che operano negli ambiti suddetti  motivare l’individuo ad intraprendere un percorso di cura, supportare la famiglia nel veicolare il familiare alla presa in carico, e inviare l’utente al momento opportuno nella fase di accettazione; perché ciò avvenga con modalità corrette è necessario lo svolgimento di almeno tre colloqui di conoscenza

02La fase di accettazione.
Una volta ingaggiato l’utente, e valutata la possibilità di inserimento in un percorso di cura, la definizione della proposta terapeutica:
DEVE NECESSARIAMENTE PASSARE ATTRAVERSOLA VALUTAZIONE DELRESPONSABILE COORDINATORE DEL PROGETTO (Dott. Mauro Madama)
Per accedere al percorso, infatti, è necessario effettuare almeno un colloquio di accettazione, ed entrare eventualmente in contatto con un Servizio Territoriale
La prima valutazione iniziale, viene infatti condivisa con il Ser.T. di riferimento se si ritiene utile il coinvolgimento del Sert
* è possibile che in alcuni casi particolari ( utenti molto giovani che non vogliano essere segnalati o inseriti nel circuito dei Servizi Territoriali, utenti che necessitino di un tempo maggiore per elaborare il significato della presa in carico del Servizio) il contatto con il Ser.T possa avvenire in un secondo tempo, permettendo comunque l’adesione al percorso
* è inoltre possibile l’ingresso in forma privata, senza il coinvolgimento del Sert
Verranno  quindi valutati il profilo psico-sociale ed il livello di intossicazione, oltre che la situazione contestuale e familiare.
Qualora l’utente venga ritenuto idoneo, entra a far parte del NUOVO PERCORSO DIOGENE.

03La fase di osservazione.
In questa fase, della durata di 3 mesi, l’utente partecipa ad attività strutturate e libere, che contribuiscono ad evidenziare le caratteristiche critiche  e le risorse della persona, e a favorire il (ri)emergere di interessi e stimoli positivi.
In particolare, questa fase si struttura con:
• 1 gruppo educativo settimanale  (con temi riguardanti la famiglia, le relazioni socio-affettive, il lavoro)
• 2 momenti animativi mensili strutturati da un calendario semestrale (uscite, gite, partecipazione a eventi, seminari ecc.)
• colloqui periodici con i referenti del Servizio Inviante
• intervento di sostegno ai familiari (parent training e incontri periodici di verifica con l’utente)
• gruppi di auto-aiuto per i familiari
• incontri periodici di verifica tra i referenti territoriali e l’educatore del Nuovo Percorso Diogene
Terminata la fase di osservazione,l’utente:
• può essere inserito nella fase terapeutica del NUOVO PERCORSO DIOGENE dopo la costruzione di un piano di trattamento individualizzato in sinergia tra l’educatore, il servizio inviante, la famiglia e l’utente stesso
• proseguire un percorso individuale presso il Servizio Inviante
• essere inviato presso altro Servizio
• essere inserito in un percorso comunitario ( anche intensivo medio - breve )

04La fase terapeutica.
In questa fase, della durata variabile da 6 a 15 mesi, l’utente affronta un approfondimento delle tematiche emerse nella fase di osservazione.
Proseguono tutte le attività strutturate nella prima fase del percorso, a cui si aggiungono
• un Percorso tematico di Prevenzione della Ricaduta
• un sostegno psico-educativo alla socializzazione
• partecipazione  ad attività animative ed eventi organizzati

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Prossimi Eventi

16 Nov 2019;
Sabato Novembre 16
Burraco a favore di ADMO
19 Nov 2019;
Martedì Novembre 19
Il Festival di Sanremo dal 1955 al 1958
20 Nov 2019;
Mercoledì Novembre 20
Cinema per la Terza Età

Informazioni

Diogene 

 

TIPOLOGIA
Servizio rivolto a giovani ed adolescenti il cui disagio è evidenziato da comportamenti a rischio nell’assunzione di sostanze stupefacenti, legali ed illegali.

 
RESPONSABILE, COORDINATORE  TERAPEUTICO
Dott. Mauro Madama
 
INDIRIZZO
Stradone Farnese, 96 – Piacenza 
 
TEL. 0523.875211 o 0523.338710 
chiedere del Responsabile 
Roberta Lala
 
MAIL: ct_lavela@laricerca.net