TRAUMA E DISSOCIAZIONE

Il trauma è un'esperienza minacciosa estrema che ha il carattere dell'insostenibilità e inevitabilità di fronte alla quale l'individuo si sente inerme ed impotente che produce una azione di disconnessione e disintegrazione lasciando tracce evidenti anche nel corpo come disturbi somatoformi che possono andare da dismorfismi, sintomi pseudo neurologici, sindromi dolorose senza basi organiche, disfunzioni sessuali, ecc.

La presenza di dissociazione in molti disturbi psichici rappresenta un indice di gravità che appesantisce la diagnosi e rende più complesso il trattamento richiedendo competenze specifiche per rendere più efficace l'intervento clinico.

La dissociazione descrive sia una categoria diagnostica, i Disturbi Dissociativi, come un indicatore della condizione post-traumatica cronica ma anche sintomi dissociativi della coscienza ed anche processi patogenetici causati da esperienze traumatiche che interferiscono sulle funzioni d'integrazione psichica.

A CHI SI RIVOLGE

Le persone che sono vissute in un ambiente caratterizzato da trascuratezza grave, maltrattamenti e abusi hanno sperimentato una relazione di attaccamento disorganizzato in cui è stata compromessa la possibilità di costruire una struttura psichica integrata. La sua problematicità è data dal fatto che in essa sono presenti rappresentazioni del sé molteplici, incoerenti, reciprocamente incompatibili e drammatiche; questo a causa di relazioni interpersonali con le figure curanti spaventate e spaventanti dalle quali non è stato possibile proteggersi.

Le donne che hanno vissuto tali esperienze spesso si trovano in una particolare condizione di difficoltà: hanno importanti problematiche di tipo emotivo, cognitivo e relazionale e sono a contatto stretto con i propri figli che spesso fungono da riattivatori delle esperienze riconducibili al trauma. In questi casi il rischio di diventare esse stesse traumatizzanti, è drammaticamente elevato.

Spesso i periodi trascorsi in strutture di ricovero non hanno la possibilità di contribuire in modo rilevante al superamento delle problematiche e i percorsi ambulatoriali sono spesso insufficienti per la complessità e la gravità dei disturbi.

INTERVENTI E TRATTAMENTI

Spesso gli individui che sono portatori di tali sintomi devono giovarsi di interventi terapeutici articolati per fasi, per sviluppare capacità sempre più complesse:

  1. Fase della costruzione della sicurezza e della stabilizzazione nella quale si pongono le basi per le condizioni di sicurezza che sono imprescindibili perché il paziente possa ritrovare la regolazione e valutare la possibilità di stare in relazione di cura.
  2. Fase della elaborazione sulle memorie traumatiche e dell'integrazione delle parti dissociate.
  3. Fase di stabilizzazione e crescita delle abilità acquisite integrazione della personalità e riabilitazione

Le nostre comunità forniscono, dopo un'accurata fase diagnostica, l'opportunità di vivere un'esperienza terapeutica ed educativa mirata alla madre sia nella sua individualità che in relazione con i propri figli e gli eventuali partner. In un ambiente sicuro e dotato di competenze specialistiche.

E' possibile progettare percorsi modulari che prevedano periodi di permanenza in struttura della durata di alcune settimane o diversi mesi, riprogrammabili e ripetibili, ma anche interventi diurni e intensivi sempre in stretta collaborazione con gli eventuali curanti.

Clicca qui per Scaricare la scheda

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Prossimi Eventi

22 Ott 2017;
Domenica Ottobre 22
Commedia benefica per "La Ricerca-Pa.Ce."
28 Ott 2017;
Sabato Ottobre 28
Svep rinnova le cariche sociali
28 Ott 2017;
Sabato Ottobre 28
Votazioni Svep per il rinnovo delle cariche
31 Ott 2017;
Martedì Ottobre 31
Sedici incontri dedicati alle famiglie
04 Nov 2017;
Sabato Novembre 4
Migrazioni, incontro con il medico di Lampedusa

Informazioni

 
   

Servizio
"MOM"

 

TIPOLOGIA
Interventi per promuovere una genitorialità positiva e una disciplina sensibile

 

CONTATTO
Fausta Fagnoni

 

Tel:
0523.071176

 
mail: stelladelmattino@laricerca.net