Il Circolo della Sicurezza

Il programma d'intervento Il Circolo della Sicurezza è volto a modificare il percorso evolutivo di bambini piccoli ad alto rischio, tramite la ridefinizione delle rappresentazioni mentali dei genitori (di sé e del bambino) relativamente alle funzioni dell'attaccamento.

Un semplice disegno che rappresenta l'oscillare ritmico dei comportamenti del bambino tra attaccamento ed esplorazione, e le complementari funzioni del genitore quale "base sicura" e "rifugio sicuro" viene usato come mappa per aiutare i genitori a comprendere i bisogni dei figli (di sostegno all'autonomia o di conforto) alla luce della teoria dell'attaccamento.

Nel grafico è evidenziata anche la funzione genitoriale, definita metaforicamente come "offrire le mani", di porsi come l'elemento "più grande e più saggio". La saggezza è intesa come la consapevolezza di dover essere, allo stesso tempo, sia più forti sia premurosi, quando i bambini hanno bisogno di loro "all round the circle" dell'attaccamento/esplorazione. 

Invece, nelle relazioni genitore-figlio più problematiche, succede che «quando i genitori provano ad essere più grandi e più forti sacrificano la componente più premurosa, finendo con il diventare inadeguati, mentre quando cercano di essere premurosi sacrificano la componente più grandi e più forti, finendo con il comportarsi in modo eccessivamente accomodante e lasciando che siano i figli a farsi carico della relazione».

Attraverso la visione di sequenze selezionate della videoregistrazione della Strange Situation Procedure, i genitori vengono portati ad esaminare gli aspetti da modificare; sono sollecitati a riconoscere i propri stati emotivi insicuri e le rappresentazioni mentali (di sé e del bambino) evocate in loro dai comportamenti del bambino.

Attraverso sedute di gruppo, il genitore viene aiutato a focalizzare i propri stati emotivi associandoli a due esperienze musicali proposte: una rilassante e piacevole, l'altra evocante agitazione.

La musica diventa la metafora di stati mentali, perché evoca sentimenti ma non è basata sul linguaggio (come la conoscenza relazionale implicita) diventa il simbolo per riconoscere ed indicare gli stati emotivi insicuri del genitore, primo passo per una maggior capacità riflessiva, definita come "capacità psicologica di comprendere gli stati mentali, i pensieri, i sentimenti e le intenzioni proprie e dell'altro".

Clicca qui per Scaricare la scheda

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Prossimi Eventi

22 Ott 2017;
Domenica Ottobre 22
Commedia benefica per "La Ricerca-Pa.Ce."
28 Ott 2017;
Sabato Ottobre 28
Svep rinnova le cariche sociali
28 Ott 2017;
Sabato Ottobre 28
Votazioni Svep per il rinnovo delle cariche
31 Ott 2017;
Martedì Ottobre 31
Sedici incontri dedicati alle famiglie
04 Nov 2017;
Sabato Novembre 4
Migrazioni, incontro con il medico di Lampedusa

Informazioni

 
   

Servizio
"MOM"

 

TIPOLOGIA
Interventi per promuovere una genitorialità positiva e una disciplina sensibile

 

CONTATTO
Fausta Fagnoni

 

Tel:
0523.071176

 
mail: stelladelmattino@laricerca.net