Doppia Diagnosi

In questi ultimi anni, a seguito dell'evoluzione del fenomeno della tossicodipendenza, il rapporto tra disturbi da abuso di sostanze e disturbi mentali ha assunto maggiore rilevanza per una serie di fattori causali quali l'evoluzione nel consumo delle sostanze d'abuso con l'immissione nel mercato delle cosiddette “nuove droghe”, in particolare psicostimolanti, le diverse modalità d’uso di vecchie droghe come l’alcol e la crescita delle condotte di poliabuso.

Nel lavoro con i pazienti doppia diagnosi è convinzione condivisa che non esista un trattamento specifico per questo tipo di problematica ma che risulta necessario modificare e adattare i trattamenti evidence- based specifici per i diversi disturbi, favorendone l’integrazione.

Sulla base di questa premessa risulta fondamentale l’ideazione di progetti terapeutici con articolazioni nuove ed originali: per ogni paziente, in ogni singolo momento l’intervento va individualizzato e calibrato non solo sulla base delle diagnosi specifiche ma tenendo conto, parallelamente, del gruppo di appartenenza, della fase di recupero, dello stadio del cambiamento, del bisogno di continuità, dell’entità della disabilità, dei fattori sociali ed ambientali e delle relazioni famigliari.

All’interno della Comunità Terapeutica Residenziale Emmaus, struttura nata per il trattamento di pazienti doppia diagnosi, risulta centrale la presa in carico dell’utente ma anche della sua rete famigliare con l’obiettivo di lavorare sulle interazioni emotive e cognitive del sistema. Tale necessità deriva dalla constatazione e dall’osservazione clinica che evidenzia come il sistema famigliare abbia vissuto e “con-diviso” la cronicità del disturbo clinico, la frammentarietà e la discontinuità della motivazione ad essere presi in carico, le implicazioni psico-sociali della comorbilità.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Prossimi Eventi

22 Ott 2017;
Domenica Ottobre 22
Commedia benefica per "La Ricerca-Pa.Ce."
28 Ott 2017;
Sabato Ottobre 28
Svep rinnova le cariche sociali
28 Ott 2017;
Sabato Ottobre 28
Votazioni Svep per il rinnovo delle cariche
31 Ott 2017;
Martedì Ottobre 31
Sedici incontri dedicati alle famiglie
04 Nov 2017;
Sabato Novembre 4
Migrazioni, incontro con il medico di Lampedusa

Informazioni

 

Comunità terapeutica
"EMMAUS"

 

Accreditata dalla Regione Emilia Romagna come Comunità Specialistica.
Determinazione del Direttore Sanità e Politiche Sociali n. 12042 del 24/09/2012

 

TIPOLOGIA
Comunità per persone che presentano compromissioni psichiatriche associate all’uso di sostanze; struttura residenziale il cui intervento educativo è volto a ripristinare uno stile di vita partecipante alla quotidianità che permetta la riacquisizione delle autonomie adeguate alla persona e definite dal progetto individuale pedagogico, terapeutico riabilitativo.

 

RESPONSABILE, COORDINATORE  TERAPEUTICO DELLA COMUNITA'
Anita Barbieri

 

INDIRIZZO
Justiano di Vigolzone (Piacenza)

 

TEL: 0523.779480
Fax: 0523.1748061

 
mail: emmaus2000@laricerca.net  

MODALITA' DI ACCESSO:

 

Per avviare la fase di valutazione è necessario l'invio da parte dei servizi competenti di una relazione  anamnestica. L’ammissione al trattamento avviene tramite una valutazione del gruppo di lavoro che definisce la compatibilità dell'utente con il tipo di programma possibile all'interno del progetto, con il numero e con la  tipologia di utenza al momento residente.